Osservatori dell'Innovazione

 
AISCRIS, nell’attuazione delle proprie azioni istituzionali, ha sempre privilegiato la capacità di lavorare in gruppo facendo rete. L’azione di rete permette, difatti, di agevolare il confronto, anche tra soggetti disomogenei, dare maggiore risonanza al tema dell’innovazione e sviluppare dei “rami” (relazioni tra nodi) e dei “percorsi” (progetti condivisi). Nel corso della sua storia, nel rispetto di tali logiche, AISCRIS ha promosso un Incubatore Tecnologico Internazionale  in Cina e ha coordinato il GIT FRIA partire dal 2008 AISCRIS ha dato vita, attraverso la rete delle associazioni territoriali di Confindustria, ad una serie di contatti finalizzati all’avvio di una rete nazionale di osservatori delle capacità innovative (in breve osservatori dell’innovazione).
Gli osservatori si prefiggono di rilanciare il ruolo dell’innovazione industriale, in una logica di apertura al mondo dell’università e della ricerca, mediante:

l’emersione dell’eccellenza innovativa presente sui territori di riferimento attraverso l’attuazione di audit delle capacità innovative da attuarsi su gruppi scelti di imprese pilota;
la diffusione sul territorio di riferimento delle procedure innovative proposte dagli scenari nazionali ed internazionali e lo svolgimento di un ruolo “educativo” sui temi dell’innovazione;
il miglioramento della capacità delle PMI innovative di avvalersi degli strumenti di finanziamento forniti dai mercati bancari.

Attualmente è stato costituito l’osservatorio del SUD EST con sede a Lecce e sono state avviate una serie di azioni propedeutiche per l’apertura di ulteriori osservatori a copertura delle altre aree del Paese. E’ allo studio la creazione di un organismo di coordinamento nazionale finalizzato a condividere ed omogeneizzare le singole azioni territoriali.           

Scarica il Protocollo d'intesa tra AISCRIS e CONFINDUSTRIA LECCE